Consegna nuovi Mastelli Raccolta Differenziata Oristano

Prossime consegne:

Dal 15 Giugno 2021: Quartiere Sant’Efisio

Consegne già effettuate

Donigala, Nuraxinieddu, Massama
Silì
Torregrande
Zona Cuccur’è portu e Ex Caldersarda
Sacro Cuore e San Nicola

Martedì 4 maggio partirà in città la consegna dei nuovi mastelli per la raccolta differenziata. Si tratta di un’azione propedeutica all’entrata in vigore del nuovo servizio di raccolta, che sarà reso noto nei prossimi mesi. La società Formula Ambiente, responsabile del servizio di decoro urbano, inizia in questo modo a rendere esecutivi i nuovi dettami previsti nella gara d’appalto vinta nel 2020.

Come avviene la distribuzione

Si partirà dalle frazioni e, durante la prima settimana di maggio, Formula Ambiente sarà a Donigala, Massama e Nuraxinieddu. Si tratta di un metodo nuovo e, una volta che la ditta avrà preso contezza, con precisione, dei tempi di distribuzione alle singole utenze, sarà divulgato settimanalmente un calendario puntuale con le zone di consegna. Tutti gli aggiornamenti, in ogni caso, potranno essere richiesti al numero verde 800-632270, si troveranno anche nelle pagine social di Facebook e Instagram “Raccolta differenziata Oristano” e nella App “Junker”.

I nuovi mastelli

I mastelli che saranno distribuiti alle utenze sono 4: umido (marron), secco (grigio), vetro (verde) e carta (giallo). Si tratta di contenitori di nuova generazione, a lettura R-feed, che serve a identificare ciascun utente. Saranno consegnati a chi è regolarmente iscritto nelle liste della Tari. Gli addetti di Formula Ambiente, perciò, al momento della consegna, chiederanno la tessera sanitaria, che attesta l’iscrizione o meno. Insieme ai mastelli, saranno consegnate anche le buste e materiale cartaceo quale ecobolario, info utili sul nuovo servizio, carta dei servizi e calendario di raccolta.
Occorre fare attenzione ad un particolare per evitare possibili frodi: gli uomini incaricati dalla ditta avranno appositi cartellini e magliette specifiche che riportano il logo aziendale.

Leggi il comunicato stampa completo